Ischia News ed Eventi - I luoghi dei diritti non stanno a Casamicciola

I luoghi dei diritti non stanno a Casamicciola

Politica
Typography

"Dove cominciano, in fin dei conti, i diritti umani universali? Nei piccoli luoghi vicino a casa: tanto vicino e tanto piccoli che non si possono vedere su una qualsiasi mappa del mondo. Eppure proprio questi posti "sono" il mondo delle singole persone: il quartiere dove vivono, le scuole che frequentano, la fabbrica o l'ufficio dove lavorano.

Sono questi i posti in cui ogni uomo, donna o bambino, cercano uguale giustizia, eguali possibilità, uguale dignità, senza discriminazione. Se tali diritti non contano "là" non contano da nessuna altra parte. Senza l'azione comune dei cittadini per imporli vicino a casa, cercheremo invano il progresso nel vasto mondo".

Le nobilissime parole pronunciate a Parigi nel 1948 da Eleonora Roosvelt nel discorso per la presentazione della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo sono oggi quanto mai opportune dopo la puntuale cronistoria della vicenda dei lavori di manutenzione straordinaria all’ edificio della scuola media a Casamicciola apparsa su “ Il Dispari” del 14 gennaio a firma della brava collega Ida Trofa che condivido in pieno nella estrema correttezza della cronaca e nell’ estrema durezza del commento. E’ una vicenda assurda   che vede contrapposte due Istituzioni della Repubblica – il Comune e la Scuola rappresentate dal sindaco Giovan Battista Castagna e dalla Dirigente Scolastica Lucia Mattera Fralliciardi.

E’ una vicenda talmente emblematica che chiedo l’ intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana in una lettera –aperta che è pubblicata in altra parte del giornale ed in lingua francese ( anche con evidenti errori perché non scrivo più in francese da almeno 40 anni) per estrema protesta e per estremo appello. Non facciamo parte dell’ Europa? Non ci viene rimproverato che non sappiamo utilizzare i fondi europei che si perdono per inefficienza del sistema amministrativo della Repubblica o che vengono sperperati per opere inutili? Non dobbiamo fare tutto il possibile anche subendo momentanei disagi per l’ opera pubblica che viene costruita o abbellita per i nostri figli ed i nostri nipoti?

E’ Casamicciola un luogo dei diritti umani? Non è Casamicciola un luogo in cui la Repubblica deve offrire e tutelare il diritto allo Studio? Non ha il Sindaco – che qui rappresenta la Repubblica – il dovere di fare tutto il possibile affinché siano dati alla Scuola Primaria, come per Legge, idonei locali per accogliere gli studenti, i docenti ed i non docenti?.

La situazione dell’ edilizia scolastica di competenza del Comune a Casamicciola è DISASTROSA. Lo dovrebbe sapere bene il sindaco Giovan Battista Castagna che è amministratore comunale di Casamicciola da oltre vent’anni occupando ruoli di consigliere comunale, di maggioranza e di opposizione,di assessore e fino alla carica di Presidente del Consiglio Comunale. Il palazzo delle scuole ex-Dux è al limite dell’ agibilità tanto che sono necessari lavori urgentissimi mentre il Comune occupa illegittimamente 9 aule da circa vent’anni e sottrae così spazi alla scuola.

Il Presidente Renzi deve promuovere un’inchiesta per sapere come vengono spesi i fondi europei a Casamicciola.Come sono stati spesi anche con un inutile “ centro didattico” sull’ Osservatorio Geofisico che è chiuso, come vengono ritardati per inadempienze del Comune che è un disastro amministrativo.

La dirigente scolastica Lucia Mattera Fralliciardi   ha dimostrato un coraggio ed una forza indomabili che non solo gli fanno onore ma danno ONORE alla Scuola della Repubblica che a Casamicciola è l’unico luogo dove sopravvive un diritto universale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.