Ischia News ed Eventi - Scuola

18 ottobre 2014, ore 16.00: CONSIGLIO DI ISTITUTO O…CONSIGLIO COMUNALE ?

Di Anna Buono

Domani martedì 21 ottobre riaprono le scuole per i circa 200 bambini del Palazzo delle Scuole di Casamicciola ex- Palazzo Dux ed attuale plesso " Manzoni". Sono stati eseguiti in circa 48 ore i lavori di messa in sicurezza dell' edificio che - costruito in epoca fascista nel 1930 - fu il primo scandalo del regime. I lavori di costruzione non furono ben eseguiti e queste deficienze strutturali si protraggono da 74 - settantaquattro anni - coinvolgendo tre o quattro generazioni di bambini. Una prima chiusura ci fu nel 1956 ed un'altra nel 1971. Adesso bisogna fare lavori di " ristrutturazione" per i quali esiste già un progetto per circa 1 milione di euro approvato .Si aspetta e si chiede il decreto " sblocca Italia" del Governo Renzi. E' stato fatto un Consiglio d' Istituto " aperto" al quale hanno partecipato la Preside, Mattera, ed il sindaco Castagna ed altri amministratori e cittadini sabato scorso per i lavori urgenti per la messa in sicurezza. I cornicioni e tutto l' intonato sono stati rimossi ed i cornicioni sono protetti da teli ed impalcature. Credo che possa interpretarsi come una vittoria della " partecipazione civile". E' l' unica strada per risolvere i problemi. Ma per aver un diritto così elementare – quello dell’ Istruzione ai bambini – bisogna parlare così tanto e vedere così tante differenze tra Comune e Comune? Anche su questo diritto elementare nei piccoli Paesi entra il personalismo e la lotta tra le “ liste civiche”? Quella che segue è la testimonianza dell’ ins. Anna Buono che è la vice preside dell’ Istituto Comprensivo “ Enrico Ibsen” di Casamicciola ed è la segretaria del Consiglio d’ Istituto.g.m.

Mario Lodi ci ha lasciato il 2 marzo, a 92 anni. Per tutta la sua vita ha voluto essere soprattutto il maestro di molti bambini e di molti insegnanti, cui ha insegnato con la pratica una scuola diversa, viva, creativa: pedagogia del gioco, attivismo, educazione ambientale, studio della Costituzione...

In tempi in cui la scuola italiana era ancor più rigida di adesso, Mario Lodi faceva scuola giocando con i bambini, scriveva favole con loro, li esortava a coltivare la propria creatività, a cooperare e a discutere ogni argomento. La sua idea dell’insegnamento è stata espressa in molti libri e in numerose conferenze, sempre con grande semplicità. Come racconta Tullio De Mauro nel suo ricordo di Lodi (su Repubblica del 3 marzo), lui preferiva raccontare le esperienze vissute con i bambini anziché citare riferimenti ai grandi pedagogisti di cui pur conosceva benissimo le opere.

Sosteneva sempre che la scuola non serve solo a trasmettere delle nozioni, ma a imparare insieme, a esercitare la propria creatività, a capire il mondo e a diventare amici.

Diventare amici: in queste due parole è condensata la più innovativa delle caratteristiche del suo lavoro. Oggi si fa un gran parlare delle competenze necessarie per essere buoni cittadini italiani ed europei, ed è di moda parlare della competenza psico-emotiva necessaria sia all’apprendimento, sia alla vita sociale e lavorativa, per l’ottimizzazione delle energie e la gestione dei conflitti... tanta teoria e poca pratica. La scuola italiana è sempre meno attrezzata per sviluppare questa competenza negli alunni e nei docenti. A questo Mario Lodi proponeva una soluzione semplice: non aspettarsi la soluzione dall’alto, ma lavorare insieme per cambiare le cose. In una sua lettera agli insegnanti del 2010 (per il testo completo clicca qui) si legge:

Un'ulteriore iniziativa della scuola isolana per interrogarsi sugli orrori della storia.

Una riflessione collettiva sull'importanza della memoria nella storia e nel bagaglio etico di un popolo civile è il fulcro di un incontro pubblico, organizzato dall'Istituto d'Istruzione Superiore "Cristofaro Mennella", che si terrà martedì 4 febbraio 2014 prezzo il Cinema Delle Vittorie di Forio a partire dalle ore 9.30.

L'isola d'Ischia avrà una sede universitaria per una Facoltà fondamentale per la sua economia: Scienze Turistiche. Gli studenti potranno seguire le lezioni in via telematica ma gli esami si faranno in una sede di proprietà del Comune di Ischia.

Quattro anni di lavoro, ed oggi la sottoscrizione del protocollo d'intesa. Ischia avrà la sua sede universitaria grazie all'accordo siglato nella sala del Consiglio tra Comune di Ischia e l'università telematica Pegaso.

«Ho creduto nell'idea fin da quando, quattro anni or sono, mi fu proposto di aprire una sede dell'università sull'isola. Chiesi espressamente la facoltà in Scienze turistiche: oggi quel progetto è diventato realtà» ha spiegato il primo cittadino di Ischia, Giosi Ferrandino, nel corso della conferenza – moderata dal giornalista Giuseppe Mazzella, condirettore di Ischianews & Eventi - alla quale hanno partecipato anche il presidente del Consiglio comunale Gianluca Trani, il direttore generale della Pegaso dott. Elio Patriota ed il responsabile di zona, dott. Ambrogio Mattera dell'ANSI (associazione nazionale scuola italiana)..

La vela come strumento d’integrazione sociale per ragazzi diversamente abili e di altre culture. È questo lo spirito che ha caratterizzato “Una vela per tutti”, laboratorio di cultura del mare e arte velica inserito nel POF della scuola media S. Caterina da Siena di Forio. Il progetto si è concluso domenica 30 giugno, con una regata che si è svolta nello specchio d’acqua antistante l’Arenile della spiaggetta di Monticchio, nel Porto di Forio. Su piccole imbarcazioni a vela, classe Optimist, i novelli velisti si sono sfidati in brevi regate di match race, sfidando paure e pregiudizi.

L'Associazione Gabbiani onlus, nell'ambito del progetto "Coaching: Nuovo strumento per l'empowerment dell'individuo e contrasto alla povertà", ha realizzato un evento info-formativo dedicato alla scelta post-diploma, coinvolgendo Università, associazioni giovanili e tutte le scuole del territorio

Venerdì 17 maggio, presso il Polifunzionale di Ischia si è svolta una giornata di orientamento alla scelta post diploma dedicata a tutti i giovani maturandi delle Isole di Ischia e di Procida. L'iniziativa è stata ideata dall'Associazione Gabbiani onlus, un'associazione di volontariato che opera da anni nella progettazione di interventi a favore dei giovani, in collaborazione con la Fondazione Italia Orienta, che si sta distinguendo sul territorio nazionale per aver ideato il primo Educational tour italiano dedicato all'orientamento ed in particolare all'orientamento post-diploma. L'educational tour ha avuto inizio il 12 marzo nella Regione Lazio e sta proseguendo in tutt'Italia, entro dicembre 2013 toccherà circa 40 città.

La finalità di quest'iniziativa progettuale è quella di supportare i giovani nel delicato passaggio dai banchi di scuola al futuro dopo il diploma, finalità perseguita attraverso un'azione di orientamento alla consapevolezza di sé, delle proprie attitudini ed alla conoscenza del mondo esterno. Una finalità fortemente condivisa anche dal Progetto "Coaching: Nuovo strumento per l'empowerment dell'individuo e contrasto alla povertà", ideato dalla Dott.ssa Lucia Esposito, sociologa e consulente di orientamento. Il progetto, nello specifico, nasce dalla volontà di far conoscere ed utilizzare una metodologia innovativa per supportare i giovani e le loro famiglie, una metodologia che ha come obiettivo l'empowerment dell'individuo. Il Coaching mira a sviluppare a pieno il potenziale dell'individuo, a supportare la persona nella progettazione e nel raggiungimento dei propri obiettivi. L'associazione Gabbiani onlus ha inserito una Tappa dell'Educational tour di Italia Orienta come evento finale del progetto "Coaching: Nuovo strumento per l'empowerment dell'individuo e contrasto alla povertà", "(finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell'ambito della Direttiva anno 2010 di cui alla legge 266/1991).

Quante volte con i miei allievi siamo andati alla ricerca delle nostre radici storiche e culturali! Quante volte, in tutti questi anni di insegnamento qui a Casamicciola, abbiamo inseguito le orme del nostro passato per capire i motivi del nostro presente!

E così, via via, ci siamo imbattuti nella storia di Pitecusa, ci siamo fatti sedurre dai misteri del Castello Aragonese, ci siamo commossi di fronte alle terribili vicende del terremoto di Casamicciola del 1883.

Ma con quella 3°B del 1985-86, mentre appunto studiavamo i grandi personaggi che avevano visitato Casamicciola nel XIX secolo, quali Renan, Settembrini, Garibaldi, Lamartine, per citarne solo alcuni, ecco venir fuori Enrico Ibsen!

Non voglio dire che abbia pensato, un po’ alla Don Abbondio, “ chi era costui?”, ma certamente il poeta-drammaturgo norvegese non rientrava tra i miei autori preferiti e le mie conoscenze al suo riguardo erano piuttosto superficiali.“ Bene o male- pensai- cercherò di cavarmela limitandomi alle notizie essenziali!”

“Professore, ma la nostra scuola porta il suo nome! Perché?”

L’osservazione m’inchiodò alle mie responsabilità! Avrei volentieri stritolato quel ragazzetto di Piazza Bagni troppo “impertinente” e curioso che veniva a sconvolgere i miei piani.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.