Ischia News ed Eventi - Architettura

Si è conclusa la VI edizione del Premio Internazionale Ischia di Architettura nella suggestiva cornice dell’Hotel della Regina Isabella a Lacco Ameno, con la premiazione del concorso e del workshop. Nel segno della cultura e dell’architettura, durante l’arco dell’anno e soprattutto nella settimana centrale di luglio, sono state organizzate mostre, workshop, dibattiti, conferenze, match meeting e il primo talent televisivo dell’architettura. Il tema del concorso è la qualità dell’ospitare: accogliere, ricevere sono vocazioni proprie dell’architettura.

La giuria composta da Luigi Prestinenza Puglisi, Mario Bellini, Sergio Bizzarro, Francesco Pagliari, Grazia Torre, Ermanno Caroppi, Luca Gibello, Francesco Scardaccione e Simone Velsati ha proclamato i progetti vincitori della VI edizione del Premio Internazionale Ischia di Architettura 2013.

Le tematiche del workshop didattico di questa VI edizione del PIDA hanno cercato risposte adeguate all’evoluzione del turismo: la riqualificazione del patrimonio storico-archeologico nel sistema museale e la qualità dell’abitare di alberghi e Spa.

I giovani architetti, divisi in due gruppi, hanno elaborato idee sui temi proposti in una settimana densa di attività e progettazione. Hanno, inoltre, avuto l’opportunità di collaborare con diversi artisti alla realizzazione di un’opera unica per recuperare lo storico rapporto tra le due figure professionali.

Il primo gruppo ha sviluppato il progetto di riqualificazione del Museo della civiltà greca sull’isola d’Ischia “Villa Arbusto”, è stato diretto dall’arch. Piergiorgio Semerano e coordinato dall’arch. Federica Visconti e dall’arch. Renato Capozzi.

Nelle suggestive cornici di Villa La Colombaia e Villa Arbusto, sono partiti a pieno ritmo i lavori dei workshop didattici legati al PIDA, Premio Internazionale Ischia di Architettura 2013, per premiare i migliori alberghi e le migliori Spa del mondo.

I progetti affrontano due tematiche molto attuali, in cerca di risposte adeguate all'evoluzione del turismo: la riqualificazione del patrimonio storico-archeologico nel sistema museale e la qualità dell'abitare di alberghi e Spa.

Nel primo giorno di lavoro, i giovani architetti, divisi in gruppi e guidati da professionisti del settore, hanno iniziato ad elaborare idee sui temi proposti. Il primo è la riqualificazione del Museo della civiltà greca sull'isola d'Ischia "Villa Arbusto", mentre il secondo riguarda la realizzazione di due Spa: il progetto di un modulo-suite con Spa di 60mq contestualizzabile in un qualsiasi luogo geografico e la progettazione di un ambiente Spa all'interno dell'Isola, nel parco idrotermale "Negombo".

I due gruppi sono a loro volta suddivisi in due sottogruppi e affiancati ciascuno da un artista: Giovanni De Angelis, Manuel Di Chiara, Felix Policastro e Marta Maria Rogers. Durante la settimana di workshop artisti e architetti dovranno lavorare in team alla realizzazione di un'opera unica per recuperare lo storico rapporto tra le due figure professionali.

Oggi, dopo un primo sopralluogo, i partecipanti hanno iniziato a interagire con i luoghi oggetto di studio, per lasciarsi suggestionare dalla natura del paesaggio locale e per elaborare i progetti anche attraverso la stimolazione dei cinque sensi: per declinare un sogno e renderlo reale.

Grande novità di questa edizione è un vero e proprio format televisivo, le cui riprese sono cominciate questa mattina. Per sei giorni Ischia diventerà un set televisivo di enorme prestigio, grazie alla realizzazione del primo docu-reality dell'architettura.

Redazione

Dall'8 al 13 luglio Ischia diventerà una delle capitali internazionali dell'architettura. Torna, infatti, il PIDA, Premio Internazionale Ischia di Architettura, giunto alla quinta edizione. Il premio, assegnato ai migliori alberghi e alle migliori Spa del mondo, si pone l'obiettivo di evidenziare il ruolo e la responsabilità che l'architettura e l'architetto assumono nel processo di trasformazione del paesaggio e di costruzione delle politiche di sviluppo. Da questa riflessione scaturisce il titolo scelto per quest'anno, "Hotel Means Lifestyle".

Il programma di questa edizione è particolarmente ricco e articolato, con alcune novità rispetto alle edizioni precedenti. Il momento centrale è costituito dalla consegna del premio, che prevede riconoscimenti in denaro, licenze software e pubblicazioni. Due le macro sezioni istituite: alberghi (hotels, agriturismi, pensioni) e SPA (Centri Termali, Parchi Termali, Beauty Farm, Centri Estetici). Saranno premiate sia le opere di architettura ultimate e documentabili, per la sezione "premio PIDA", che quelle riferite alla sola progettazione, per la sezione "premio PIDA Concept". Le opere possono riguardare la realizzazione di nuova architettura o il recupero, la riqualificazione e l'ampliamento di edifici esistenti.

Felix Policastro, vernissage sabato 22 giugno ore 20:30 Atelier delle Dolcezze, piazza degli eroi Ischia. Finssage 23 agosto.

Felix Policastro prosegue nella sua ricerca di allestimento globale in spazi non convenzionali proponendo presso l'Atelier delle dolcezze a Ischia, (Piazza degli Eroi) Quando l'olio frisse lasciai cadere le uova il 22 giugno 2013 alle ore 20.30 una serie di interventi site specifici che coinvolgeranno lo spazio sia nella sua dimensione fisica che sensoriale, ma anche come locus dove gli umani potranno 'giocare' con i 'pizzini', pizzini 'di/versi' che accompagneranno le prelibatezze dell'Atelier sui quali l'artista scrive i suoi pensieri in libertà per i fortunati avventori e non lo lasceranno fino al 'conto' adolcito da versi scelti da Felix per rendere il triste scontrino un unicum da serbare con piacere. Segni primevi figli del cuore profondo dell'uomo d'ogni tempo e d'ogni dove, figure arcaiche e primordiali nella loro incisiva essenzialità: un alfabeto personale, un reticolo di rimandi a una realtà dell'inizio del tempo fatta di geroglifici e grafemi, in una composita rassegna che vede insieme la pittura, la scultura e la videografica.

Sui temi: “La Suite con SPA più bella del mondo” diretto dall’Arch. Sergio Bizzarro e “La riqualificazione del Museo di Villa Arbusto a Lacco Ameno” diretto dall’Arch. Piergiorgio Semerano.

Chiusura dei bandi: 16 giugno 2013

Giunto alla quarta edizione, l'evento didattico legato al PIDA, affronta due tematiche molto attuali che cercano sempre più risposte adeguate all'evoluzione del turismo: la riqualificazione del patrimonio storico-archeologico nel sistema museale e la qualità dell'abitare degli alberghi e delle SPA.

Aperti gratuitamente a giovani studenti e laureati di tutto il mondo, i workshop, avranno un approccio di tipo interdisciplinare e saranno seguiti da tutor esperti attraverso specifiche lezioni di progettazione, riqualificazione energetica, ecologia e più in generale sui vari aspetti del progetto. I

l bando per partecipare ai workshop è pubblicato sul sito www.pida.it e la data ultima per la consegna delle candidature è il prossimo 16 giugno. I temi di quest'anno saranno i seguenti:

1. "La riqualificazione del museo della civiltà greca sull'isola d'Ischia "Villa Arbusto" (diretto dall'Arch. Piergiorgio Semerano)

2. "La Suite con SPA più bella del mondo in 60mq" (diretto dall'Arch. Sergio Bizzarro)

Al via la sesta edizione del PIDA - Premio Internazionale Ischia di Architettura; pubblicato il bando del concorso sugli alberghi e spa piu’ belle del mondo; a Mario Bellini il PIDA alla carriera, a Francesco Iodice il PIDA fotografia, a Francesco Erbani il PIDA giornalismo

 Il Premio Internazionale Ischia di Architettura è organizzato dall’associazione PIDA con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti di Napoli e HSDesign. Giunto alla VI edizione, l’evento si divide in due azioni principali, una con effetto internazionale (il concorso) ed un’altra con effetto locale (il workshop). Intorno a queste colonne portanti del premio, nel segno della cultura dell’architettura, durante l’arco dell’anno e soprattutto nella settimana centrale di luglio vengono organizzate mostre, workshops, dibattiti, conferenze, kermesse musicali, e stand fieristici.

IL CONCORSO Il tema del concorso è la qualità dell’ospitare. Ospitare, accogliere, ricevere sono vocazioni ataviche dell’architettura. Il PIDA viene assegnato alle opere di architettura ultimate e documentabili per la sezione “premio PIDA”, e riferite alla sola progettazione di esse per la sezione “premio PIDA Concept”, riferite alle due macro sezioni del premio: alberghi (hotels, agriturismi, pensioni, ) o SPA (Centri Termali, Parchi Termali, Beauty Farm, Centri Estetici). Le opere possono riguardare la realizzazione di nuova architettura o il recupero, la riqualificazione, l’ampliamento di edifici esistenti purché sia chiaramente leggibile un esplicito ed autonomo dialogo con la contemporaneità. La kermesse si pone l’obiettivo di esportare l’identità italiana attraverso la cultura e l’imprenditoria, mettendo a confronto le architetture del mondo del turismo italiane con quelle estere, con l’ambizione di diventare il premio di riferimento per “Gli Alberghi e le SPA più belle del mondo”. Il 9 aprile verrà pubblicato sul sito web www.pida.it il nuovo bando di concorso. Consegna elaborati entro il 18 giugno.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.