Ischia News ed Eventi - Casamicciola è un paese allo sbando

Casamicciola è un paese allo sbando

Rubriche
Typography

E' l'unico fra i sei Comuni dell'isola che ha un Commissario Prefettizio e cioè non è capace di avere una "amministrazione ordinaria" nonostante la legge sull'elezione diretta del sindaco. Dal 1975 cioè con l'introduzione del metodo proporzionale di elezione e fino al 1993 ha avuto un numero incalcolabile di "crisi amministrative" con decine di formule e decine di sindaci ed assessori.

Segno di instabilità politica permanente o segno di incapacità di costruire una classe politica? Dal 1993 cioè con l'elezione diretta del sindaco ha avuto quattro o cinque scioglimenti con conseguente arrivo del Commissario Prefettizio. C'è stato un sol quinquennio di stabilità politica del sindaco e della giunta dal 2002 al 2007 con il Governo di Giosy Ferrandino,ingegnere di "isolanità mista" perché più cittadino di Ischia che di Casamicciola tanto che dal 2007 è sindaco della Città d'Ischia ed è l'unico caso nella storia civile dell'isola d'Ischia del '900. Segno che da almeno 40 anni non si riesce a formare una classe politica. Per circa vent'anni – dal 1953 al 1970 – ha avuto stabilità amministrativa con il governo di Antonio Castagna (1911-1984) che non solo era la personalità politica più forte ma era anche il segretario di zona della DC e dal 1970 è stato consigliere provinciale morendo assessore provinciale alle finanze in carica. Nessuno oggi a Casamicciola lo ricorda. Questo è un paese senza memoria storica che è incapace di ricordare i suoi protagonisti. Così come non ricorda Giuseppe Iacono (1923-1991) che è stato Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Napoli. Questo è un paese che non rinnova la sua toponomastica da almeno 50 anni e che ha uno stradario comunale in vigore dal 1928 fatto dal podestà Antonio Vittorio Conte la cui efficiente gestione amministrativa è stata ricordata per anni e trasmessa per "tradizione orale"fino a quando è resistita da padre in figlio. Intitolare una via, una piazzetta, un giardino ad un personaggio civile che ha illustrato il paese per meriti politici, sociali, culturali non serve forse anche a cementare una identità civile? Cosa costa al Comune una semplice delibera con una targa di marmo o di ceramica? Perché non intitolare una piazza, una via, al prof. Cristofaro Mennella (1907-1976), il più illustre scienziato cui Casamicciola ha dato i natali ed al quale l'isola d'Ischia intera deve riconoscenza per la sua scoperta di "gemma climatica d'Italia"?

Pur avendo un campo sportivo è l'unico Comune che non ha una squadra di calcio fra i dilettanti. Non ha più il Cinema, il Teatro, la Libreria, il Piano Bar, il Circolo Culturale, le Sezioni dei partiti Bisognerebbe affidare ad un gruppo di studiosi una analisi sociologica, economica,politica per capire che cosa è successo e "non"è successo negli ultimi cinquanta anni. Perché c'è stata questa decadenza ? questo impoverimento civile fatalmente ha portato all'impoverimento finanziario di tutto il sistema economico fondato sulla ricettività alberghiera e sulla straordinaria ricchezza delle acque termali conosciute fin dal XV secolo con un buon indotto commerciale.
A questo incessante degrado civile ha resistito solo la Scuola. La Scuola dell'obbligo, la scuola dell'infanzia,elementare e media grazie alla tenacia della Preside Lucia Mattera Fralliciardi e del suo corpo docente. Solo la Scuola organizza le manifestazioni di Natale e di fine d'anno e ricorda ai bambini le loro Radici ed organizza un premio per i ragazzi-musicisti di tutta Italia e lo intitola all'indimenticabile Preside Vincenzo Mennella (1923-1995). Nemmeno la Chiesa è capace di stare fuori dalla polemiche con la contestata nomina del nuovo Parroco nel 2011 contro l'indicazione del defunto Vescovo Filippo Strofaldi che pare proprio per questa polemica,di fatto, si sia dimesso. E'stato il dolore più grande di un uomo di Dio già fortemente provato dalla malattia.
Casamicciola perderà anche la mensa per i bambini perché la Commissaria Prefettizia preposta all'amministrazione "straordinaria"di fatto non vuole assumersi la responsabilità che competono come per la legge sugli appalti pubblici alla "stazione appaltante"mentre un regolamento comunale è semplicemente inefficace nelle parti in cui è in contrasto con una norma superiore o sovraordinata.
Come uscire da questa decadenza? Come riavviare una ripresa prima civile e poi economica?
Credo che occorra una rivoluzione giovanile. Fare appello all'entusiasmo dei giovani perché i padri lasciano loro un paese in condizioni di gran lunga peggiore in cui lo hanno ricevuto a loro volta. Grazie ad un gruppo di giovani guidati dall'arch. Caterina Iacono è stata organizzata il 24 dicembre in Piazza della Marina l'unica manifestazione natalizia pubblica per i bambini con Babbo Natale. Ancora un appello alla solidarietà politica degli altri Comuni perché Casamicciola è il malato dell'isola d'Ischia che rischia di far ammalare l'isola intera che deve attuare una politica di coesione economica e sociale oltre i confini daziari comunali perché nel suo complesso e nella sua unità ha le potenzialità e le possibilità proprio "ricostruendo" Casamicciola di competere a grandi livelli sui mercati internazionali delle vacanze.
E'questo il mio augurio, la mia speranza.

Casamicciola, 30 dicembre 2013-12-30

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

foto casamicciola-panorama 002foto casamicciola-panorama 003

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.