Ischia News ed Eventi - Presentazione Libro di Rinaldo Mattera alla Biblioteca Antoniana - Evento il 20 aprile 2017

Presentazione Libro di Rinaldo Mattera alla Biblioteca Antoniana - Evento il 20 aprile 2017

Libri
Typography

Il Movimento 5 Stelle rappresenta oggi il fenomeno politico più interessante nello scenario italiano.


Tra crisi della rappresentanza e fine dei partiti tradizionali, disintermediazione e pubblici iper-connessi, la creatura di Grillo e Casaleggio si delinea come un vero e proprio dispositivo di potere. Dopo il ventennio videocratico berlusconiano, si tratta della prima forza politica italiana che abbia mai fatto uso massiccio dei nuovi media digitali.

In questo libro viene presentata un’analisi estesa dei presupposti teorici e organizzativi del Movimento, con particolare riferimento alla dimensione utopica e al progetto di una democrazia diretta sul web.Studiare l’impianto mediatico che sorregge la politica del movimento permette di riconoscere continuità e cambiamenti rispetto agli strumenti di propaganda e persuasione utilizzati negli ultimi decenni, e di ricostruire l’evoluzione della comunicazione politica nell’era della post-verità.

Grillodrome è un dispositivo che trasforma il corpo politico e sociale attraverso la nuova ideologia della comunicazione on-line, imprimendo una tensione viva nello spirito del tempo, che incarna un insieme di problemi, desideri e valori, vizi e virtù della società in rete.

1978 - L’omicidio di Aldo Moro scuote l’Italia. Beppe Grillo conduce il Festival di Sanremo e viene eletto personaggio televisivo dell’anno.
1983 - Videodrome, film capolavoro di David Cronenberg, profetizza il dominio videocratico inscenando tematiche mediologicamente affini a McLuhan e Baudrillard.
2013 - Il M5S ottiene il 25% del consenso elettorale. Grillodrome rappresenta un curioso esperimento tra social network, videogame di simulazione democratica e panopticon digitale nell’era della post-verità.

Rinaldo Mattera (Ischia, 1981) è un informatico sociale. Collabora con Urit e col Centro Studi Democrazie Digitali.
La sua ricerca si rivolge alla cyberdemocrazia, alla controcultura e all’antagonismo digitale,studiando il rapporto tra media e governance nella network society.

 

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.