Ischia News ed Eventi - Teatro

Una favola di spettacolo quello degli strani tipici per l'Ischia Teatro Festival. Questo primo weekend di febbraio li ha visti sul palco della sala teatrale del polifunzionale con "e sopravvissero felici e contenti punto e a capo", uno spettacolo tutto improvvisato da cinque attori per diciassette personaggi, tutti abitanti del regno delle fiabe, diretto da Luigi Mennella.

Il pubblico, accorso numeroso, ha partecipato attivamente alla composizione della scena scrivendo su dei post-it colorati una frase letta poi dagli attori durante la rappresentazione facendo nascere così delle scene davvero esilaranti.

È la volta dell’improvvisazione teatrale per l’Ischia Teatro Festival con gli Strani tipici che l’1-2- 3 febbraio andranno in scena con: “E sopravvissero felici e contenti...punto e a capo!” La compagnia presenta uno spettacolo completamente improvvisato. Nel mondo delle fiabe non c’è da stare tranquilli, il grande Libro delle fiabe è stato rubato! Ma da chi?

Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 gennaio, a salire sul palco per l’Ischia Teatro Festival sarà ancora una volta la compagnia teatrale degli uomini di mondo. Dopo l’impegno di “Rosencrantz e Guindestern sono morti”, che ha visto solo una parte della compagnia cimentarsi nel teatro dell’assurdo, in scena, con la regia di Valerio Buono, “Otto donne” di Robert Thomas, un giallo alla Agatha Christie, ricco di suspance e colpi di scena. In una villa lontana dalla città, sotto una coltre di neve viene commesso un omicidio.

Sabato 19 e domenica 20 gennaio alle ore 20:30 a salire sul palco della sala teatrale del polifunzionale  sarà la compagnia Artù con “La vedo nera”, una commedia liberamente tratta dall’omonima rappresentazione di Giuseppe Aronne.

Il titolo della commedia è il refrain che l’Angelo custode ripete a Beppe Frozza cercando di riportarlo sulla retta via, non senza qualche imbroglio. Tutto pare tranquillo quando il più comune e moderno degli equivoci, un sms inviato alla persona sbagliata, squarcia l’apparente serenità della famiglia Frozza.

Grande successo per la compagnia Artu, che per un’ora e mezza di spettacolo ha saputo divertire e intrattenere il pubblico, accorso numeroso sabato 19 e domenica 20 gennaio nella sala teatrale del polifunzionale, con “la vedo nera”, una commedia all’italiana, brillante, comica e mai volgare tratta dall’opera omonima di Giuseppe Aronne. Tra il pubblico, famiglie e soprattutto molti giovani.

L’1-2-3 febbraio all’Ischia Teatro Festival arriva l’improvvisazione teatrale con la compagnia Strani Tipici che presenta lo spettacolo improvvisato: “E sopravvissero felici e contenti…punto e a capo!”.

Nel mondo delle fiabe non c’è da stare tranquilli. Già qualche anno fa il Grande Libro andò perduto ma fortunatamente, grazie ai nostri personaggi e all’aiuto del pubblico, fu ritrovato. Stavolta però è andata peggio poiché si sa per certo che il grande Libro è stato rubato! Ma da chi?

Lo spettacolo è un format di improvvisazione teatrale, diretto da Luigi Mennella con gli Strani Tipici, che si ripresenta ma in una versione ridotta: cinque soli attori che interpreteranno ben diciassette personaggi e che grazie agli input dati dal pubblico in sala, cercheranno di trovare il colpevole.

Dopo la pausa natalizia riparte l’Ischia Teatro Festival con “Io pEnzo”, un esilarante spettacolo di cabaret interpretato da Enzo Boffelli e scritto a quattro mani con Eduardo Cocciardo. Lo spettacolo si terrà sabato 5 alle ore 20:30 e domenica 6 alle 18:00 nella sala teatrale del polifunzionale di Ischia.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.