Ischia News ed Eventi - Mezza Maratona di Napoli buon allenamento dei Forti e Veloci in vista della Romaostia

Mezza Maratona di Napoli buon allenamento dei Forti e Veloci in vista della Romaostia

Podistica
Typography

Con una partenza puntuale alle 8.30 questa mattina si è dato il via alla maratona ed alla mezza maratona di Napoli. Un po' di pioggia e un fastidioso vento hanno accompagnato gli atleti che da Pozzuoli hanno corso verso Napoli con arrivo alla rotonda Diaz sul lungomare Caracciolo.

Non potevano mancare alla competizione i podisti isolani,11 della squadra Valore Salute Forti e Veloci e 2 del Marathon Club.

Ben quatto gli esordienti sulla distanza, Lisa Di Meo, Valentina Abrogato, Pina Schiano e Pietro Verde. Ottimo l'esordio di Lisa che conquista anche il podio, classificandosi seconda della sua categoria con il tempo di 1.34, Pina corre insieme a Vito Russo che le consente di far fermare il cronometro a 1.53, Valentina riesce a stare sotto le due ore chiudendo in 1.57 con Pietro che ha chiuso il gruppo in 2.07. Tra i veterani ottima prestazione di Giovanna D'Abundo, quarta di categoria e nona assoluta in 1.31 seguita a poca distanza da Ciro Assante e Giuseppe Colella che chiudono in poco più di 1.32. A seguire Umberto Orlacchio in 1.34 e la coppia Scotti Scandiuzzi che ha chiuso in 1.36, per Bruno Scandiuzzi questa è stata la seconda mezza in meno di un mese poiché il 25 gennaio ha corso la mezza maratona di New Orleans chiudendo 1.30.Aniello Iovinella si conferma sui suoi tempi in 1.45. Michelangelo Di Maio ha concluso in 1.28 netti, tenendo il passo con cui ha intenzione di correre la maratona di Londra il prossimo 26 aprile, ma già tra 15 giorni tutti saranno chiamati a ripetersi per la mezza maratona più partecipata d'Italia, la Romaorstia che il primo marzo vedrà alla partenza ben 13.500 atleti.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.