Ischia News ed Eventi - Michelangelo di Maio a Londra porta a termine la sua 17esima maratona

Michelangelo di Maio a Londra porta a termine la sua 17esima maratona

Podistica
Typography

E' stata una tipica mattina uggiosa quella che ha accolto i circa 35.000 partecipanti alla 35esima edizione della Maratona di Londra, tra loro anche Michelangelo Di Maio che, nonostante colpito dal virus gastrointestinale giovedì notte, non ha voluto mancare all'appuntamento con la sua 17esima maratona.
È stata a tutti gli effetti una maratona sfortunata, il lavoro meticoloso di 3 mesi, vanificato in poche ore.

Ma nonostante lo stato di malessere fisico Michelangelo ha provato a fare la sua gara, passando alla mezza con il crono di 1.28 che gli portava comunque una proiezione di 2.56 finale, ma poi il digiuno forzato degli ultimi due giorni e la dissenteria hanno inevitabilmente fatto scadere la prestazione ed alla fine, per potersi garantire comunque di arrivare in fondo, Michelangelo ha dovuto mollare.

Il Crono finale è stato di 3 ore e 20 minuti, la sua prestazione più lenta, ma presto il virus terminerà il suo effetto debilitante ed il nostro maratoneta tornerà di nuovo "Forte e Veloce".

La maratona di Londra è stata vinta con il tempo di 2h04'42'' da Eliud Kipchoge. Il keniano ha preceduto i connazionali Wilson Kipsang (2h04'55''), vincitore della scorsa edizione della gara londinese e Dennis Kimetto (2h05'50'') detentore del record mondiale.

Nella prova femminile successo per l'etiope, Tigist Tufa, che con il crono di 2h23'22'', si è piazzata davanti alla keniana Mary Keitany (2h23'40''), vincitrice nel 2011 e 2012 e alla connazionale, Tirfi Tsegaye (2h23'41'')

Michelangelo Di Maio Londra

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.