Ischia News ed Eventi - Le sofferenze produttive dell’Agricoltura familiare

Le sofferenze produttive dell’Agricoltura familiare

Cucina e Tradizione
Typography

Un cambiamento climatico è in atto da anni con conseguenze negative per la nostra vita.
IL “ CAROTAGGIO” DELL’ANTARTIDE!
È dall’Antartide che partono gli studi sui cambiamenti Climatici. Noi dello Slow Food non siamo degli Scienziati, ma è a loro che ci affidiamo, prima di parlare.
E’ da tempo che monitoriamo i Prodotti della terra.
E’ da tempo che notiamo dei cambiamenti nei sapori.
Siamo stati costretti dagli eventi meteorologici ad andare oltre.

A PROPOSITO DEL Prof V. Ferrara.

Lo scienziato – climatologo “Agricoltura, vittima e carnefice”.
C’è chi mi scrive e si chiede, tra preoccupato ed incuriosito:
Come cambia il nostro quotidiano?
Gentile e sempre disponibile, il Professore, al quale giro la domanda del lettore, mi scrive e mi aiuta a rispondere, senza, però, dimenticare di avvertirmi che il tutto va letto in un ottica NON ALLARMISTICA:
“Un cambiamento climatico è già in atto da anni con conseguenze negative per la nostra vita. Questa verità, spesso negata, è un documento firmato dagli scienziati della Ipcc (Intergovernamental Panel of Climate Change), gruppo di lavoro premiato nel 2007 con il Nobel per la pace. “…con i cambiamenti del clima sta cambiando, ma cambierà ancor più in futuro, la nostra vita quotidiana.

CONTINUA il PROF. FERRARA,
I maggiori problemi che dovremo affrontare e cercare di prevenire con adeguate strategie di adattamento, riguardano:
- le ridotte disponibilità di acqua, non tanto per aumento della temperatura media, quanto soprattutto per il diverso regime delle precipitazioni e degli eventi meteorologici estremi e a causa della riduzione dei ghiacciai e delle portate dei fiumi;
- i cambiamenti dei sistemi ecologici e forestali, che tenderanno in parte a disgregarsi (quei sistemi meno veloci ad adattarsi alle mutate condizioni), e in parte a migrare verso più alte latitudini, ma in particolare verso l’Europa settentrionale con le conseguenti modifiche del paesaggio e con profonde implicazioni soprattutto nei settori dell’agricoltura, del turismo e tempo libero;
- le modifiche degli ambienti marino costieri sia a causa dell’innalzamento del livello del mare, sia per l’acuirsi dei fenomeni estremi come le mareggiate, con implicazioni su tutte le attività produttive condotte nei territori costieri e perfino sul patrimonio storico, artistico e culturale, come nel caso di Venezia;
- le ripercussioni secondarie sul sistema socio-economico, non solo per le mutate condizioni di sviluppo economico, ma anche per le mutate opportunità di lavoro e di occupazione delle nuove generazioni e per i maggiori rischi sanitari della popolazione più vulnerabile agli effetti dei cambiamenti del clima.

NIENTE ALLARMISMI: "A TUTTO C’E’ RIMEDIO”.
l’urgenza è sempre la stessa: una presa di coscienza forte e concreta.

RICCARDO, mi raccomando, niente allarmismi, e non finirò mai di ripetertelo: “A TUTTO C’E’ RIMEDIO”.
L’urgenza è sempre la stessa: una presa di coscienza forte e concreta.
L’unica cosa che noi, cosidetti comuni mortali, possiamo fare in questo momento difficile, del Pianeta, RIPETO è prenderne coscienza… è da lì che parte la RICERCA delle soluzioni.

Come vedi: LA MEDICINA SIAMO NOI…!
con l’aiuto del “MEDICO”, naturalmente. Spero di esserti stato utile anche questa volta. Un caro abbraccio
Vincenzo Ferrara
Climatologo

Grazie Prof Ferrara. Ci vediamo ad Ischia Ad Aprile dopo Pasqua per la Tavola Rotonda con gli Amici Carlo Petrini, Aldo Grasselli, Michele Campanella e…

Cordialità RICCARDO D’AMBRA

P.S.
Terzo appuntamento --- prenotatevi --- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3407336816

PROFUMO DI TERRA


Sabato 7 Marzo 2015 ore 9.30 -12.45 /14.30 – 17.30 – Dom. 8 marzo 2015 ore 9.30 12.45
Gestire una micro azienda integrata, a cura del dott.Carlo Hausmann Resp.”ARM” (AziendaRomanaMercati) e dott.ssa Angela Galasso Resp.”Aicare” (Agenz. ital. per l’Agricoltura sociale).

Luogo: Pro loco di Panza
Programma dettagliato su www.slowfoodischiaeprocida.wordpress.com

Attenzione: la Prossima Puntata sarà meno seria, più leggera: Parleremo di un OBELIX -Gerard Depardieu ad Ischia, divoratore di coniglio –

Il coniglio: come i dinosauri…! e’ giunta l’ora?
Cambiamento climatico o cambiamento lunatico?: Ma cosa crede la BRAMBILLA, che veramente chiudiamo il Coniglio “in casa”?
IL CONIGLIO : “…da fossa… o …da salotto…?”

Infine un …Tenero racconto di GiovanGiuseppe Mazzella, di un 11 Novembre dell’anno scorso! SAN MARTINO A CASA ARCAMONE
E la risposta un po’ meno tenera di un Realista Agronomo Franco Mattera.

Ne riparliamo la prossima volta.

RICCARDO D’AMBRA

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.