Ischia News ed Eventi - Nasce il Giardini Arimei TOP CLUB

Nasce il Giardini Arimei TOP CLUB

Cucina e Tradizione
Typography

Lo scorso 9 marzo 2016, le venti persone scelte come il gruppo dei “Padri Fondatori” si sono riunite presso la Tenuta Giardini Arimei per costituire il GIARDINI ARIMEI TOP CLUB. Insieme alla nascita del Club si festeggia l’uscita della nuova annata di Pietra Brox Biancolella Ischia DOC 2015 che cambia etichetta e si unisce alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della DOC Ischia.

Sotto la guida di Francesco Iacono, vitienologo della cantina foriana di proprietà dei bresciani fratelli Muratori, il selezionatissimo gruppo ha trascorso una giornata tra vigna e cantina, degustando in assoluta anteprima la nuova annata di Pietra Brox, il Bianco Ischia DOC di uve Biancolella in purezza, prodotto nella Tenuta Giardini Arimei.
Durante la giornata il tempo è stato clemente. In effetti, se fino alle 11 del mattino pioveva forte a Forio, quando, alle 13, i venti Padri Fondatori sono arrivati a Giardini Arimei il cielo si è aperto ed è seguita una giornata serena, lasciando intravedere la bellissima vista che si gode dalla Tenuta di Montecorvo. Infatti da Giardini Arimei, il paesaggio domina tutta la baia Domizia fino al Golfo di Gaeta ed il promontorio del Circeo con davanti le isole di Ventotene e Ponza.

Francesco Iacono ha guidato i Padri Fondatori in cantina, dove si è spillato direttamente dalla vasca il Pietra Brox 2015 per uno dei primissimi assaggi al pubblico. Con l’annata 2015 Pietra Brox, oltre ad essere da uve Biancolella in purezza, ringiovanisce il suo aspetto con colori più vivi e solari dell’etichetta, mettendo maggiormente in evidenza l’icona che dà il nome al vino e cioè la Pietra denominata Brox che sta proprio in mezzo alla vigna da cui viene raccolta la Biancolella. Una Pietra che ha una storia ed è riferimento dell’iconografia vitivinicola dell’Isola d’Ischia: scavata per circa 100 metri quadrati, contiene ancora intatti antichi palmenti utilizzati fino all’inizio del 900 per produrre vino.

Dopo l’assaggio dalle vasche, i Padri Fondatori si sono spostati nella sala Arimei dove durante un pranzo conviviale (che non poteva che avere protagonista il coniglio da fossa, piatto della tradizione ischitana più antica, oltre che presidio Slow Food dell’isola!) si è fatta una verticale delle ultime sei annate di Pietra Brox. La verticale ha potuto testimoniare la longevità e personalità di questo vino. Partendo dal 2010, si è passati al 2011, gusti ricchi e minerali con note di burro tostato, miele e frutta matura. L’annata 2012 ha messo in evidenza la nota di pietra focaia, nel 2013 si è percepito finezza ed eleganza, aromi fruttati per l’annata 2014, quella attualmente in commercio e per ultimo l’anteprima della 2015, che sarà presto in commercio, ha meravigliato i presenti per contenere già manifesti i caratteri che lo rendono riconoscibile e piacevole!

Pietra Brox 2015 è stato imbottigliato il successivo 15 marzo presso Giardini Arimei e per il mercato campano uscirà questa settimana in anticipo sulla Pasqua 2016.

Giardini Arimei Top Club nasce dall’idea di riunire in un gruppo esclusivo le persone che negli anni hanno realmente e concretamente creduto nella Tenuta Giardini Arimei e nei suoi vini. Oltre a Pietra Brox, la Tenuta è nota per il suo Passito Secco che si chiama appunto Giardini Arimei. Si tratta di un vino da uve stramature prodotte attraverso la vendemmia della tre stagioni e il riutilizzo degli antichi palmenti, originariamente ritrovati sulla proprietà quando la famiglia Muratori arrivò sull’Isola nel 2001. La Tenuta Giardini Arimei è in effetti un esempio di come si possa riportare a nuova vita un luogo ricco di storia ma al tempo quasi dimenticato. La particolarità di questo ambiente sta infatti nella sua lunga storia iniziata secoli fa, come testimonia la Cantina del 1700, una grotta scavata nel tufo verde e oggi tornata alla sua funzione.

I venti Padri Fondatori del Giardini Arimei Top Club sono principalmente rappresentati dai titolari di locali (ristoranti, hotel o wine bar) dell’isola che apprezzano i vini di Giardini Arimei, li acquistano, li raccontano e li propongono alla loro clientela da parecchio tempo. Insieme a loro, a far parte del Giardini Arimei Top Club ci sono due membri della ProLoco di Panza (Forio), Leonardo e Sergio, instancabili promotori delle bellezze dell’Isola e tra queste anche di Giardini Arimei.
I venti Founding Founders sono: Leopoldo e Ettore del Ristorante Pizzeria La Bella Napoli di Forio, Ciro e Jonathan del Ristorante La Terrazza di Ischia, Guido e Giordana dell’Hotel Villa Sirena a Sant’Angelo, Andrea e Federica del Wine Bar Il Turacciolo a Casamicciola, Giovanni del Wine Bar Il Tiratardi a Forio, Giuseppe dell’Hotel della Regina Isabella a Lacco Ameno, Marco del Ristorante Umberto a Mare a Forio, Gaetano dell’Hotel Ristorante Giardini Eden a Ischia, Nello del Ristorante Pizzeria Il Limoneto a Forio, Paolo del Ristorante La Meridiana a Forio, il famoso Chef stellato Nino Di Costanzo, Umberto dell’Hotel Torre Sant’Angelo a Forio insieme a Giovanni che da anni si prodiga per promuove e distribuire i vini di Giardini Arimei sull’Isola d’Ischia.

Assenti giustificati ma facenti parte del Club, sono l’amico giornalista Pasquale Raicaldo e la famiglia D’Ambra, la figlia Silvia, il papà Riccardo e la loro numerosissima ed allegra famiglia del Ristorante Il Focolare a Barano, da sempre grandi promotori e sostenitori della cultura dell’Isola d’Ischia e di Giardini Arimei.

La festa si completa con le celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della DOC Ischia. Infatti il 3 marzo 1966 nasceva in Italia un vino NUOVO e cioè quello a denominazione di origine controllata (DOC). Quattro furono i vini che per primi ebbero l’audacia di percorrere questa strada e fra questi l’ISCHIA. In 50 anni la viticoltura di Ischia ha rischiato anche di scomparire ma adesso sta vivendo una nuova gioventù, guidata da numerose aziende che hanno capito che non esiste vino senza paesaggio, turismo senza agricoltura, gastronomia senza vino. La Tenuta Giardini Arimei, con Pietra Brox e la sua Biancolella, celebra, con questo anniversario, la volontà di essere dinamicamente e modernamente vignaioli “estremi” nella terra dell’eterna primavera.

Una giornata speciale con persone speciali che la famiglia Muratori, seppur non fisicamente presente sull’Isola d’Ischia, sente di poter considerare amici fidati sul territorio, capaci di capire la passione e l’amore che ha spinto una famiglia bresciana ad arrivare fino ad Ischia e a credere anno dopo anno in una realtà come Giardini Arimei!

Per pranzo coniglio allischitana e Pietra Brox

Bottiglia Pietra Brox 2015

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.