Ischia News ed Eventi - Escursioni

In località Pietra Brox, sulla sommità di Montecorvo a Forio d’Ischia, sorge la tenuta Giardini Arimei. Il bel tempo contribuisce in modo notevole a rendere la veduta ancora più incantevole qui, in questo sito paradisiaco, da cui si gode un panorama stupendo.

L'associazione Pro Loco Panza, organizza anche quest'anno la manifestazione "Andar per Cantine", itinerario storico culturale alla ricerca delle tradizioni nascoste attraverso degustazioni e visite guidate nelle cantine più antiche dell'isola verde. La manifestazione giunta alla sua terza edizione, si propone di coinvolgere nei suoi itinerari anche altri comuni dell'isola d'Ischia oltre quello di Forio, ed infatti quest'anno gli organizzatori hanno avuto il patrocinio anche dei comuni di Lacco Ameno, Barano e Serrara Fontana. Il programma prevede nei giorni 16-17-18-19 settembre visite guidate alle antiche cantine dell'isola d'Ischia,alcune delle quali scavate interamente nel tufo verde, con degustazioni di vini locali e prodotti tipici.

Situata all’estremità della costa compresa tra Punta Cornacchia e di Punta Caruso, La Colombaia è la storicaresidenza estiva del grande regista Luchino Visconti. Costruita a cavallo tra la fine del 1800 e i primi del 1900 nelle vicinanze di una vecchia torre cinquecentesca è appartata , senza vicini ma vicino al mare il cui panorama senza confini è fatto di acqua luce e cielo; la Colombaia era a quei tempi la costruzione più spettacolare dell’Isola, che all’inizio del novecento aveva ospitato alcuni dei personaggi più noti della belle epoque,come pure Giosuè Carducci. Solo negli anni ’60, il regista Luchino Visconti riuscì a comprarla dal barone Fassini.

L’appuntamento è per il 15 agosto alle 7:30 al parcheggio del ristorante “Il Bracconiere” a Serrara Fontana, l’invito è rivolto a tutti coloro che vogliono concedersi, nel bel mezzo dell’estate, una pausa e condividere con amici, conoscenti e non, una giornata all’insegna della natura, dell’amicizia, e dello stare bene insieme, lontano dalle spiagge assolate e affollate e dal caotico traffico che purtroppo attanaglia le strade della nostra bell’isola, che in questo giorno più che mai viene goduta a pieno come incantevole “Isola Verde”. L’impegno è di decine di persone che vogliono con grande cuore e amore valorizzare il nostro territorio promuovendo iniziative che non possono essere descritte, ma vanno semplicemente vissute!

Navigare verso Ischia è la prima piacevole esperienza che introduce il viaggiatore nella nostra Isola. La vista dell’Isola dal mare è impressionante, è una promessa di gioia.. come diceva Kaden. Le coste frastagliate cinte da neri blocchi di lava contro i quali si frange il mare… poi la spiaggia che penetrando all’interno fra le rupi si incontra con la più lussureggiante vegetazione: la rigogliosa ginestra, l’ulivo argentato, la vite, il pino, il lentisco, l’alloro tutte le gradazioni del verde che formano un incantevole armonia con l’azzurro delle onde del Tirreno e marrone chiaro del suolo tufaceo.

Uno scenario unico, in continua evoluzione, il suo aspetto, scolpito da secoli di piogge e venti, cambia di continuo. Un luogo eccezionale, sconosciuto alla maggior parte degli isolani, un paesaggio incantato, ricco di storia e di tradizioni. Nel comune di Serrara Fontana, dalla frazione di Noia, attraverso una vecchia mulattiera, seguendo un percorso non segnalato ma, ricco dei segni di un’isola che per secoli era conosciuta oltre che per le sue acque curative, anche per le sue fertili terre e per la ricchezza dei suoi frutti. Non è difficile incontrare lungo la strada terrazzamenti ancora coltivati a Vite ed antiche cantine scavate nel morbido tufo, purtroppo non molto resistente alle intemperie ed all’erosione del tempo.

L’isola d’Ischia si è formata ca. 150.000 anni fa.
I primi crateri si formarono nelle vicinanze della collina di Campagnano non lontano dal Castello Aragonese. La roccia sulla quale è stato costruito il Castello Aragonese è essa stessa un vulcano che risale a 132.000 anni fà ed è il terzo vulcano più antico dell’isola d’Ischia.
Fino a circa 55.000 anni fà l’attività vulcanica era concentrata nella zona di Campagnano, Monte Vezzi, Monte Cotto fino a St. Angelo e nella zona di Monte Vico a Lacco Ameno ed a Punta Imperatore, al Rione Bocca e alla Scarrupata di Barano.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.